I creditori dei nostri debiti sono altri soldi.

La finanza è come la mafia: si insinua nelle istituzioni e negli stati e li usa per i propri interessi economici con l’appoggio di politici in vendita. Non è, come la mafia, portatrice del benchè minimo progetto sociale, alla società chiede un pizzo mascherato da interessi, la finanza è solo un parassita tollerato che paga bene chi la aiuta, come la mafia.
Per la mafia almeno si sente parlare da sempre di “lotta alla mafia”, punture di spillo da dare in pasto all’opinione pubblica – almeno finchè non arriva qualche magistrato in grado di sconfiggerla e che deve morire -, per la finanza invece non siamo ancora arrivati neanche a quello: la finanza è legale. O, come si diceva agli inizi per la mafia, la finanza non esiste.
O meglio: la finanza esiste, sono i finanzieri a non esistere.
In questa sua invisibilità la finanza può, senza incorrere in nessun reato ma con il plauso dei suoi operatori e dei suoi servi arricchiti, compiere lo strozzinaggio ad alti livelli mettendo il cappio ad istituzioni non più sovrane che chinano la testa. Se la mafia ha bisogno di minacce e violenze per avere ciò a cui più aspira, i soldi, alla finanza basta inventarsi i derivati, strumenti costruiti a tavolino per mettere un cappio al collo a chi li compra fin dall’inizio, giochini matematico-finanziari privi di qualsiasi aggancio alla realtà utili ad incastrare per sempre qualcuno che non ne potrà uscire in nessun modo se non svendendo pezzi della società civile – privatizzandola – quella società che aveva il compito, avendolo promesso, di rendere più efficiente nell’interesse di quella ormai trascurabile porzione di realtà che corrisponde al popolo.
Il mondo e le sorti degli stati sono governati da un Fondo, l’FMI, che non corrisponde a nessuno: sono solo soldi che vanno in giro per il mondo a fare altri soldi. Chiunque lo governi passa, ciò che resta è il Fondo, intoccabile e intangibile. Innocente. Il fondo non ha colpe, mai.
La finanza non ti minaccia, non ne ha bisogno: la finanza ti fa fallire e ti riduce alla fame a termini di legge. O meglio, a termini di mancanza di legge. Non c’è infatti nessuna legge che dica che la Grecia deve restituire i soldi che gli sono stati prestati, nessun carabiniere o finanziere che possa andare a riscuotere coattamente sulla base del decreto di un giudice: la finanza si muove nell’assenza di legge: la sua arma è la fame a cui può ridurre uno collettività di persone che abbia qualche ricchezza e sulla quale il Fondo abbia precedentemente messo gli occhi sopra. La sua arma è il ricatto silente. Opera per illuderti di crescere, poi viene ad incassare il costo di questa crescita, poi ti presta soldi quando non puoi pagare la crescita, poi sei suo. Sei diventato del Fondo. Sei inglobato nel Fondo senza possibilità di uscirne mai più. Sei uno schiavo del Fondo, lavori per il Fondo, vivi per il Fondo, muori per il Fondo.
L’uomo è morto, l’umanità non c’è più o sta scomparendo piano piano. Gli interessi dell’uomo sono diventati futili discorsi da bar. Al centro di questo mondo che non avrebbe ipotizzato neanche il diavolo in persona, ci sono i fondi d’investimento ed è a loro che bisogna prestare attenzione e coccolarli e dargli quello che chiedono come prima si faceva con gli esseri umani. L’uomo sta scomparendo dai radar del reale e non è in grado di ribellarsi. L’uomo è solo un debitore, a titolo personale o come appartenente ad uno stato. Il suo creditore è un Fondo.
Perché non c’è nessun essere umano a cui dobbiamo niente.
Perché i nostri soldi li dobbiamo ad altri soldi.
Perché i creditori dei nostri debiti sono altri soldi.

Lagarde

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...